Una seconda vita agli arredi della nostra sede

Un progetto di economia circolare realizzato insieme a Banco Building ha offerto una seconda vita agli arredi e macchinari dei nostri uffici della sede di Corso Venezia.

Il trasferimento degli uffici milanesi dalla sede di Corso Venezia a quella di via Borghetto è stata l’occasione per attivare un importante progetto di economia circolare a favore di 12 enti e fondazioni impegnati nel supporto delle fasce più fragili della popolazione.

Da sempre attivi nella lotta allo spreco, abbiamo scelto di donare oltre 500 tra arredi, mobili e macchinari di ufficio a Banco Building, che si è occupato di recuperarli e inserirli in nuovi contesti operativi.

Gli arredi (scrivanie, armadi, sedie, tavoli da riunione, cassettiere, macchine e accessori per ufficio) sono stati donati a dodici diversi enti e fondazioni ben radicati sull’intero territorio lombardo, che si occupano di assistenza ai disabili e alle famiglie in difficoltà, cura delle dipendenze, servizi ad anziani e giovani, cura dei minori e delle donne vittime di violenza, in Italia e all’estero.

Le macchine trita documenti, per esempio, verranno inviate in Etiopia per produrre coriandoli di carta da utilizzare come componente nella produzione di materiale edile a uso delle comunità locali. In Italia, armadi e scaffalature contribuiranno all’arredo di un nuovo centro polifunzionale presso l’Associazione Sorgente di Vita di Sesto San Giovanni. Sedie e  scrivanie  costituiranno  gli  arredi  di  nuove  aule per  il reinserimento nel mondo del lavoro di soggetti fragili o permetteranno di attrezzare spazi comuni e laboratori, come nel caso Piccolo Cottolengo di Don Orione (Seregno, MB) che fornisce assistenza completa ad anziani e disabili.

Banco Building

Banco Building è un’organizzazione milanese di volontariato con esperienza decennale nel recupero di materiali non deperibili in ottica di economia circolare. Come Onlus opera in tutta Italia contribuendo alla realizzazione di progetti internazionali e attività in Etiopia, Benin, Angola, Guinea Bissau, Sierra Leone, Israele e Territori Palestinesi, Siria, Haiti.

Interpreta il proprio ruolo facendosi carico – da un lato – della ricerca di aziende donanti e – dall’altro – raccogliendo in un data base le richieste di materiali da parte delle opere di carità.