Il Granaio delle Idee: una storia tra tradizione e innovazione

Come nasce Il Granaio delle Idee?

La nostra è una storia di condivisione, di passione e di famiglia. Siamo un’azienda giovane essendo nati solo 23 anni fa, ma il nostro cammino parte da ben più lontano. Federico Allamprese Manes Rossifondatore e AD de Il Granaio delle Idee – ha sempre avuto una passione per il mondo delle farine, nata dal mito di un nonno, mai conosciuto, proprietario di un mulino e primo pioniere della famiglia nel mondo della panificazione. Abbiamo investito sui semilavorati per la panificazione, creando prodotti senza additivi chimici. La nostra sfida è quella di formulare prodotti 100% naturali. Ci siamo riusciti lavorando con gli enzimi, che permettono di migliorare le caratteristiche del pane, sostituendosi alle sostanze chimiche. Negli ultimi anni, il consumatore è diventato più esigente, legge attentamente le etichette, predilige prodotti naturali e alimenti funzionali. Un caso di successo è il Pane Funzionale Salus® – il cui mix è oggi il prodotto più venduto – che vanta 7 benefici nutrizionali e contiene beta-glucani dell’avena, che aiutano a ridurre il colesterolo nel sangue, senza rinunciare al sapore del buon pane.

Il pane è un alimento conviviale.

Cos’è per voi la condivisione?

Federico ha condiviso con un gruppo di giovani collaboratori – perché siamo un’azienda giovane e fatta di giovani – la passione per il pane e per l’innovazione. Condividere per noi vuol dire continuare a cogliere sfide vincenti sul mercato grazie all’ideazione di nuovi prodotti per un target sempre più esigente. Un impegno quotidiano portato avanti grazie al lavoro del nostro laboratorio di Ricerca e Sviluppo, il cuore pulsante dell’azienda. L’immagine della cornucopia nel nostro logo non è casuale: Federico, quando ha fondato l’azienda, l’ha scelta per simboleggiare prosperità, fortuna, abbondanza. Tutti valori che ricordano il pane e, quindi, la condivisione.

La parola “idea” è nel vostro nome.

Cosa vuol dire avere “idee nuove” per voi?

Qui si lavora ogni giorno per ideare prodotti clean label e di qualità. Da qualche tempo abbiamo lanciato una linea per la pasticceria grazie alla collaborazione con Igino Massari e Luigi Biasetto, solo per citarne alcuni. Una spinta forte viene dallo stesso Federico, che spinge il gruppo a gettare sempre il cuore oltre l’ostacolo, valorizzando l’anima curiosa e creativa dell’azienda. La capacità di studiare e di applicare gli enzimi ai più diversi ambiti della panificazione e della pasticceria ci permette ancora oggi di proporre prodotti sempre nuovi e innovativi. Ad esempio, una miscela professionale per un pane con il 30% di proteine, che risponde alla sempre crescente richiesta di prodotti proteici, portando però sul mercato un ottimo sapore e una consistenza gradevole. Idee nuove per noi vuol dire anche creare nuovi packaging, anche per il consumatore finale, al quale arriviamo con il marchio Ruggeri: tra le soluzioni più innovative, la confezione da 500 g con doppia tasca interna, che contraddistingue i nostri preparati per la panificazione casalinga. Una soluzione unica sul mercato che permette di mantenere separati farina e lievito, preservandone la freschezza senza ricorrere ai conservanti. Ma questi sono solo alcuni dei nostri progetti, perché la nostra ambizione è quella di portare ogni anno nuovi ed eccellenti prodotti sul mercato, conservati in packaging eco-friendly.

Come si uniscono innovazione e tradizione?

Il Granaio delle Idee è un’azienda, ma anche una storia di famiglia, che affonda le sue radici nel passato e arriva fino a noi. È qui che la tradizione si lega all’innovazione: la volontà di creare ricette genuine, tipica del passato, oggi rivive attingendo al meglio delle tecnologie e delle competenze di cui disponiamo. Perché, se da un lato i trend alimentari attuali tendono verso un ritorno al passato, dall’altro noi proponiamo da sempre di migliorare gli antichi processi di produzione del pane servendoci delle tecnologie che abbiamo a disposizione oggi, ma senza stravolgerli.