Diversità e inclusione

Vogliamo dare valore alla diversità e puntiamo sull’inclusione per favorire un ambiente di lavoro equo e corretto.

I comportamenti di tutto il personale del Gruppo devono essere improntati alla massima correttezza. Ci impegniamo a far sì che il management e i responsabili delle singole unità organizzative abbiano un comportamento equo nei confronti dei propri collaboratori, garantendone la crescita professionale e favorendo un clima di lavoro ispirato a principi di trasparenza e lealtà.

Il Gruppo Banca Ifis garantisce che tutti i propri dipendenti (e collaboratori, anche esterni) vengano trattati senza distinzioni o preferenze, dirette o indirette, basate su età, genere, orientamento sessuale, stato civile, religione, lingua, origini etniche o nazionali, disabilità fisiche o mentali, stato di gravidanza di maternità o paternità, anche adottivi, convinzioni personali, opinioni politiche, affiliazione o attività sindacale”.

Codice Etico

Numeri chiave

40
anni

età media dei dipendenti

40
%

dei top manager è donna

Promuoviamo la cultura della diversità

Abbiamo preso parte al programma su scala nazionale “4 Weeks 4 Inclusion”, realizzato insieme ad oltre 200 grandi aziende dell’ecosistema produttivo italiano, che si sono unite in un percorso comune di sensibilizzazione rivolto ai loro dipendenti sui temi dell’inclusione e della valorizzazione delle diversità.

Per promuovere la cultura di genere, il Gruppo produce contenuti multimediali che veicola poi sia internamente che esternamente e sostiene studi e ricerche di settore e iniziative di formazione ed empowerment per aiutare le giovani studentesse nei percorsi legati alle discipline STEM.

Nel 2021 il Gruppo Banca Ifis è entrata a far parte del network Valore D, la prima associazione di imprese, nazionali e internazionali che promuove l’equilibrio di genere e si adopera nella diffusione di una cultura inclusiva per la crescita delle aziende e del Paese.

Diversità di genere

La presenza femminile nel nostro Gruppo non solo si attesta al 54% (contro una media di settore del 48%), ma si distingue per la presenza qualitativa di donne fra il top management: il 40% degli executive a riporto dell’Amministratore Delegato, a fronte di un settore bancario in cui solo il 20% arriva a ricoprire ruoli di vertice, è rappresentato dal genere femminile.

In Banca Ifis, le donne sono oggi il 25% dei dirigenti, il 43% dei quadri e il 60% degli impiegati.

Nel 2021, l’analisi del rapporto tra lo stipendio base e la remunerazione delle donne rispetto a quella degli uomini evidenzia una sostanziale parità sia per la categoria degli impiegati e una limitata discrepanza per le posizioni di quadro e dirigente.

Giovani, specializzati, diversi

Nel nostro Gruppo, oltre ad un’età media sotto i 40 anni, possiamo vantare una forza lavoro giovane e motivata: il 35% dei dipendenti della Banca hanno meno di 35 anni, e l’età media del top management è di 49 anni. Una risorsa in termini di flessibilità e adattabilità ad un mercato in continua evoluzione, che intendiamo sviluppare ulteriormente con un piano di assunzione di 150 giovani nel triennio 2022-2024.

In Banca Ifis, un modello di leadership inclusivo e la nostra Academy contribuiscono grandemente alla preparazione e specializzazione delle persone, con un investimento continuo in percorsi di upskilling e reskilling.

La diversità nel top management non è solo di genere, ma anche di background professionale: il 40% viene dal settore bancario, un altro 40% dalla consulenza, ed un ulteriore 20% da promozione interna.

Composizione del personale

2021

2020

2019

Per genere:

Uomini 

N.
%

856
(46%)

794
(46%)

807
(46%)

Donne

N.
%

993
(54%)

933
(54%)

946
(54%)

Per fasce d'età:

Età inferiore a 30 anni

N.
%

138
(7%)

91
(5%)

211
(12%)

Età compresa tra i 30 e i 50 anni

N.
%

1.380
(75%)

1.307
(76%)

1.253
(71%)

Età superiore ai 50 anni

N.
%

331
(18%)

329
(19%)

289
(16%)

Totale

N.

1.849

1.727*

1.753

* Per il 2020, dal totale dei dipendenti sono esclusi i 31 dipendenti di Farbanca.

Numero totale di dipendenti per categoria e genere

2021

2020

2019

Uomini

N.
%

67
(75%)

60
(77%)

57
(77%)

Donne

N.
%

22
(25%)

18
(23%)

17
(23%)

Totale Dirigenti

N.

89

78

74

Uomini 

N.
%

309
(57%)

285
(56%)

287
(56%)

Donne

N.
%

237
(43%)

222
(44%)

224
(44%)

Totale Quadri

N.

546

507

511

Uomini

N.
%

480
(40%)

449
(39%)

463
(40%)

Donne

N.
%

734
(60%)

693
(61%)

705
(60%)

Totale Impiegati

N.

1.214

1.142

1.168

Totale

N.

1.849

1.727

1.753

Totale dipendenti assunti

2021

2020

2019

Per genere:

Uomini

N.
%

284
(33%)

60
(8%)

139
(17%)

Donne

N.
%

331
(33%)

54
(6%)

148
(16%)

Per fasce d'età

Età inferiore ai 30 anni

N.
%

94
(68%)

27
(30%)

92
(44%)

Età compresa tra i 30 e i 50 anni

N.
%

486
(35%)

78
(6%)

172
(14%)

Età superiore ai 50 anni

N.
%

35
(11%)

9
(3%)

23
(8%)

Totale

N.
%

615
(33%)

114
(7%)

287
(16%)

Individui appartenenti alle categorie protette

2021

2020

2019

Totale

87

84

84

Totale dipendenti

2021

2020

2019

Uomini

N.
%

829
(46%)

 

770
(46%)

769
(46%)

Donne

N.
%

957
(54%)

901
(54%)

913
(54%)

A tempo inteterminato (totale)

N.

1.786

1.671

1.682

Uomini

N.
%

27
(43%)

24
(43%)

38
(54%)

Donne

N.
%

36
(57%)

32
(57%)

33
(46%)

A tempo determinato (totale)

N.

63

56

71

Totale

N.

1.849

1.727

1.753

Rapporto tra lo stipendio base delle donne rispetto a quella degli uomini per categoria professionale*

2021

2020

2019

Dirigenti

%

95%

102%

91%

Quadri

%

92%

93%

90%

Impiegati

%

98%

99%

97%

*Sono esclusi nel calcolo gli importi aggiuntivi pagati ai lavoratori (es. quelli basati sugli anni di servizio, bonus, straordinari, ulteriori indennità per trasporti, trasferimenti, ecc.).

Clicca qui per scaricare la tabella in PDF.

I dipendenti, parte attiva della nostra responsabilità sociale.

I valori della sostenibilità e dell’attenzione al territorio sono parte integrante del DNA della Banca e si esprimono anche e soprattutto attraverso iniziative mirate a coinvolgere i dipendenti del Gruppo.

In occasione della sponsorizzazione della Banca come Premium Partner delle Classiche italiane del ciclismo 2021 e Official Partner della Gran Fondo Strade Bianche (Siena) e Gran Fondo Il Lombardia (Cantù), abbiamo invitato le nostre persone a partecipare in prima persona alle competizioni.

26 dipendenti, che prendendo parte alle due Gran Fondo, hanno lanciato un messaggio forte di impegno e di responsabilità sociale, che in bicicletta come nella vita, si esprime attraverso il rispetto delle persone, dell’ambiente e del prossimo.

Tutti i km percorsi in sella dai nostri “campioni”, uniti alle migliaia di interazioni di sostegno dei colleghi sulla intranet aziendale – like a foto, video, notizie – si sono concretizzati in una donazione alla Fondazione Michele Scarponi, onlus che crea e finanzia progetti che hanno come fine l’educazione al corretto comportamento stradale, a una cultura del rispetto delle regole e dell’altro.

Un’altra attività che vede coinvolti i dipendenti in finalità benefiche, è la partecipazione al torneo internazionale Social Goal di calcio a 5, che coinvolge squadre provenienti da tutto il mondo e ha un forte impatto nel sociale dal momento che il ricavato viene interamente destinato ad organizzare programmi sociali sportivi per bambini in difficoltà.

Durante il talent show interno di Natale, trasmesso in streaming sui canali interni della Banca, i dipendenti hanno potuto destinare i proventi del loro voto e della loro interazione, attraverso un semplice meccanismo premiante abbinato alle esibizioni, all’Andrea Bocelli Foundation, alla Casa di Reclusione di Milano-Bollate, alla Fondazione Umberto Veronesi, alla Fondazione Bambin Gesù e alla Sanità di Frontiera. Divertirsi, con un pensiero rivolto a chi è meno fortunato.