Compensi

Per poter raggiungere risultati sfidanti e mantenere un ruolo competitivo all’interno del mercato finanziario è necessario potersi avvalere di personale altamente qualificato e motivato, che agisca nel rispetto dei principi etici nella conduzione del business sostenibile. Per tale ragione, Banca Ifis S.p.a. si è dotata di un sistema di remunerazione in grado di attrarre, trattenere e motivare risorse con elevate professionalità, capaci di supportare la dinamicità del business e la sua continua espansione, nel rispetto dei principi di sostenibilità economica e di sana e prudente gestione del rischio. Per mantenere la fiducia manifestata nei nostri confronti da parte degli azionisti e dei clienti, e delle nostre risorse, abbiamo articolato un sistema retributivo che si prefigge di:
  • attirare talenti e trattenere le professionalità nel rispetto degli obiettivi di crescita sostenibile del Gruppo;
  • promuovere una gestione sana ed efficace del rischio che non incoraggia un’assunzione di rischi superiori al livello di rischio tollerato;
  • favorire la competitività e il buon governo del Gruppo rendendo coerenti le performances aziendali con gli obiettivi di crescita sostenibile;
  • favorire il rispetto del complesso delle disposizioni di legge e regolamentari, oltre che la trasparenza e la correttezza nelle relazioni con la cliente, disincentivando qualsiasi violazione e/o pratica commerciale scorretta;
  • ricercare il migliore allineamento tra gli interessi dei diversi stakeholder;
  • evitare di alterare o inficiare gli effetti di allineamento al rischio insiti nei meccanismi retributivi;
  • evitare di creare situazioni di conflitto d’interessi.
PRINCIPI ISPIRATORI Valutazione delle competenze e delle performance relazionata ad una sana e prudente gestione del rischio
  • Retribuzione fissa basata su ruolo e competenze.
  • Retribuzione variabile riconosciuta solo al realizzarsi di prefissate condizioni economiche e patrimoniali. Tenuto conto delle performance e del rispetto delle regole di buona condotta professionale, con la possibilità di interventi correttivi (malus condition e claw back).
  • Forte legame tra la partecipazione a progetti strategici e risultati conseguiti per il personale più rilevante.
Governance e Compliance
  • Chiara e trasparente distribuzione dei ruoli e delle responsabilità tra gli Organi aziendali che concorrono alla predisposizione ed approvazione delle politiche di remunerazione ed incentivazione, come indicato nello statuto e nella regolamentazione aziendale.
  • Rispetto ed applicazione rigorosa della normativa di riferimento, con l’armonizzazione della politica retributiva alle prassi di mercato adottate dai principali operatori in ambito nazionale ed internazionale.
COMPOSIZIONE DEL SISTEMA RETRIBUTIVO
  • La retribuzione fissa di base è riconosciuta a tutti i dipendenti e calcolata in modo da riflettere l’esperienza professionale e le responsabilità organizzative (il ruolo), il valore di mercato di tale ruolo e il CCNL di riferimento. Tale componente è sufficiente a consentire alla parte variabile di contrarsi sensibilmente ovvero di non essere erogata. Per il personale più rilevante, gli incrementi della remunerazione non possono superare una determinata soglia ed eventuali riconoscimenti erogati sulla base della partecipazione a progetti strategici sono soggetti all’approvazione del Consiglio di amministrazione con il parere favorevole del Comitato remunerazioni.
  • La retribuzione variabile è subordinata al raggiungimento di determinati parametri economici e collegata alla performance e al rispetto delle regole di buona condotta professionale.
  • Benefit di natura non monetaria sono riconosciuti agli Organi sociali e i dipendenti, con diversa gradazione in relazione al ruolo aziendale e/o a motivi di servizio.
RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE La relazione sulla remunerazione descrive:
  • la politica di remunerazione e le procedure utilizzate per l’adozione e l’attuazione
  • i compensi corrisposti nel corso dell’esercizio precedente.
DOCUMENTO
COMPENSI CORRISPOSTI AI COMPONENTI DEGLI ORGANI DI AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO, AI DIRETTORI GENERALI E AGLI ALTRI DIRIGENTI CON RESPONSABILITÀ STRATEGICHE (DATI IN MIGLIAIA DI EURO)
Giuseppe Benini Consigliere di Amministrazione dall'1/1/2016 al 31/12/2016 60 - 60
Presidente Comitato Controllo Rischi dall'1/1/2016 al 31/12/2016 68 - 68
Presidente Comitato Nomine dall'1/1/2016 al 31/12/2016 4 - 4
Componente Organismo di Vigilanza dall'1/1/2016 al 31/12/2016 13 - 13
Francesca Maderna Consigliere di Amministrazione dall'1/1/2016 al 31/12/2016 59 - 59
Componente Comitato Controllo Rischi dall'1/1/2016 al 31/12/2016 42 - 42
Presidente Comitato Nomine dall'1/1/2016 al 31/12/2016 4 - 4
Antonella Malinconico Consigliere di Amministrazione dal 22/3/2016 al 31/12/2016 46 - 46
Componente Comitato Controllo Rischi dal 22/3/2016 al 31/12/2016 35 - 35
Riccardo Preve Consigliere di Amministrazione dall'1/1/2016 al 31/12/2016 64 - 64
Componente Comitato Nomine dall'1/1/2016 al 31/12/2016 4 - 4
Componente Comitato Remunerazioni dal 22/3/2016 al 31/12/2016 4 - 4
Daniele Santosuosso Consigliere di Amministrazione dall'1/1/2016 al 31/12/2016 50 - 50
Componente Comitato Controllo Rischi dall'1/1/2016 al 31/12/2016 42 - 42
Componente Comitato Nomine dall'1/1/2016 al 31/12/2016 4 - 4
Componente Comitato Remunerazioni dall'1/1/2016 al 31/12/2016 4 - 4
Componente Organismo di Vigilanza dall'1/1/2016 al 31/12/2016 10 - 10
Andrea Martin Presidente Organismo di Vigilanza dall'1/1/2016 al 31/12/2016 25 - 25
Consigliere di Amministrazione dall'1/1/2016 al 22/03/2016 12 - 12
Componente Comitato Controllo Rischi dall'1/1/2016 al 22/03/2016 7 - 7
Componente Comitato Remunerazioni dall'1/1/2016 al 22/03/2016 0 - 0
(1)Indennità di fine carica o di cessazione del rapporto di lavoro.

Documento


SDIR

Price Sensitive