Decreto Sostegni bis

Misure di sostegno finanziario alle PMI colpite dall’epidemia Covid-19

In data 26 maggio 2021 è entrato in vigore il Decreto Legge 25 maggio 2021 n. 73 (c.d. “Decreto Sostegni bis”), che all’art. 16 ha previsto la possibilità per le imprese già ammesse alla moratoria ai sensi dell’art. 56, comma 2, del Decreto Legge 17 marzo 2020 n. 18 (c.d. “Decreto Cura Italia”) alla data di entrata in vigore del Decreto Sostegni bis, di richiedere alla Banca, entro il 15 giugno 2021, la proroga fino al 31 dicembre 2021 della:

  1. limitazione alla revoca degli affidamenti, concessa ai sensi dell’art. 56, comma 2, lett. a), del Decreto Cura Italia;
  2. sospensione del termine di pagamento dei prestiti non rateali, concessa ai sensi dell’art. 56, comma 2, lett. b), del Decreto Cura Italia, limitatamente alla sola quota capitale;
  3. sospensione delle rate dei finanziamenti, concessa ai sensi dell’art. 56, comma 2, lett. c), del Decreto Cura Italia, limitatamente alla sola quota capitale.

Qualora le imprese già ammesse alle misure di sostegno ex art. 56, comma 2, del Decreto Cura Italia decidano di non richiedere la proroga ai sensi del Decreto Sostegni bis, a decorrere dal 1° luglio 2021:

  1. verrà meno la limitazione alla revoca degli affidamenti concessa;
  2. verrà meno la sospensione del termine di pagamento dei prestiti non rateali concessa, con conseguente obbligo da parte del Cliente di rimborsare l’importo dovuto;
  3. riprenderà il rimborso delle rate dei finanziamenti a seguito della sospensione delle rate concessa.

Richiesta di proroga fino al 31 dicembre 2021

Qualora le imprese già ammesse alle misure di sostegno previste dall’art. 56, comma 2, del Decreto Cura Italia, vogliano richiedere la proroga della moratoria fino al 31 dicembre 2021 , dovranno inviare alla Banca, via PEC agli indirizzi di seguito indicati, lettera di richiesta debitamente compilata, datata e firmata digitalmente o con firma autografa, entro il termine del 15 giugno 2021, allegando copia del documento di identità in corso di validità.

Requisiti in capo ai richiedenti

Al fine di beneficiare della proroga di tali misure di sostegno, il richiedente deve beneficiare, alla data del 26 maggio 2021 (data di entrata in vigore del Decreto Sostegni bis), della medesima facilitazione creditizia della quale chiede la proroga.

Modalità di richiesta

L’impresa dovrà comunicare alla Banca di volersi avvalere delle misure di sostegno finanziario PMI entro e non oltre il 15 giugno 2021, utilizzando uno dei seguenti moduli in base alla tipologia di prodotto:

Il modulo dovrà essere:

  • Compilato in ogni sua parte;
  • Firmato digitalmente con firma autografa dal soggetto munito dei necessari poteri di rappresentanza legale dell’impresa;
  • Inviato via PEC agli indirizzi indicati di seguito:

    Per Aperture di Credito, Prestiti su Anticipi su crediti, Prestiti non rateali, Mutui, Finanziamenti rimborso rateale: moratoriapmi@bancaifis.legalmail.it

    Per i Leasing: moratoria@bancaifis.legalmail.it

 

Tempistica media di riscontro
La tempistica media stimata dalla Banca per l’evasione della richiesta di sospensione è di 3,78 giorni lavorativi dalla ricezione della comunicazione (dato rilevato al 28 maggio 2021 e soggetto ad aggiornamento).

Sarà cura di Banca Ifis inviare il formale riscontro alla richiesta alla casella PEC indicata dal Cliente nel modulo.