Repo Market Convention: oltre 120 banche alla conferenza di Mestre

    Banca IFIS S.p.A.
    Gruppo Banca IFIS
    Iniziative



Bossi (Banca IFIS): “Repo grande leva per la gestione della liquidità bancaria”. Cittadini (Monte Titoli): “ruolo cruciale del post-trade nell’armonizzazione dei mercati di capitali dell’Eurozona”

Mestre, 12 settembre 2014 – Discussione sulle decisioni in tema di politica monetaria della BCE, analisi di opportunità e implicazioni derivanti dalla nuova piattaforma di regolamento dell’Eurosistema, ottimizzazione dell’uso del collaterale: sono stati questi i temi principali di dibattito della prima parte della Repo Market Convention, la conferenza organizzata da Banca IFIS, London Stock Exchange, MTS e Monte Titoli.

Oltre 120 istituti di credito italiani ed esteri (oltre 200 persone) si sono dati appuntamento nella direzione generale di Banca IFIS a Mestre, sede del convegno. Affluenza che è sintomo di un rinvigorito interesse per tematiche che toccano da vicino il mercato interbancario, in particolare quello dei Repo, strumento che si sta sempre più affermando come una valida alternativa di finanziamento.

Per Giovanni Bossi, CEO di Banca IFIS, “Il mercato dei Repo è stato, è e continuerà ad essere una grande leva per la gestione della liquidità bancaria: oggi questo supporto rappresenta un elemento di grande aiuto nella stabilità del sistema. La convention odierna ha registrato un’importante risposta da parte degli istituti di credito, effetto anche delle recenti decisioni della BCE. Abbiamo riscontrato, da parte degli operatori del settore, un desiderio di confronto su temi tecnici ma di assoluta delicatezza. Il mercato dei Repo é uno degli strumenti che meglio trasferisce le manovre di politica monetaria all’economia reale, che deve sempre essere il nostro focus principale”.

“L’evoluzione del quadro normativo europeo e l’introduzione di T2-S in particolare attribuiscono all’infrastruttura del post-trade un ruolo cruciale nell’armonizzazione dei mercati di capitali dell’Eurozona” ha commentato Paolo Cittadini, CEO di Monte Titoli. “Questo processo è per noi un’opportunità per offrire ai nostri clienti servizi sempre più efficienti ed integrati e per competere a livello internazionale da una posizione di forza. Monte Titoli, infatti, è il principale depositario centrale nella prima wave di migrazione a T2-S ed è pienamente impegnato a monitorare e facilitare il processo di migrazione delle attività dei suoi attuali e futuri clienti all’interno della nuova piattaforma”.

Nel pomeriggio, alle 16:30, si è tenuto l’intervento di Maria Cannata, Dirigente Generale del Ministero dell’Economia e delle Finanze, Dipartimento del Tesoro.

I contenuti della convention sono disponibili sul web tramite i tweet fatti durante la diretta twitter con l’hashtag #REPO


Indietro