Banca IFIS, l’Assemblea dei Soci approva il bilancio 2014 e il dividendo di 0,66 euro per azione

    Banca IFIS S.p.A.
    Comunicati stampa price sensitive
    Finanziario
    Gruppo Banca IFIS
  •  IRAG01



Mestre, 8 aprile 2015 – L’Assemblea degli Azionisti di Banca IFIS S.p.A., riunitasi oggi in seduta ordinaria sotto la presidenza di Sebastien Egon Fürstenberg ha approvato:

  • il bilancio relativo all’esercizio 2014, i cui risultati sono stati comunicati lo scorso 20 gennaio 2015;
  • la distribuzione agli azionisti di un dividendo pari a 0,66 euro per ciascuna azione ordinaria, e la messa in pagamento dal 15 aprile 20151. Il pagamento sarà effettuato per il tramite degli intermediari autorizzati presso i quali sono registrate le azioni nel Sistema Monte Titoli;
  • i contenuti della Sezione I del documento “Relazione sulla remunerazione” – ai fini all’adeguamento delle politiche di remunerazione del Gruppo per il 2015 – e il piano di compensi basato sull’assegnazione di azioni Banca IFIS per alcune figure aziendali;
  • il rinnovo dell’autorizzazione – previa revoca della precedente2– all’acquisto e disposizione di azioni proprie ordinarie fino all’importo massimo di tempo in tempo autorizzato dalla Banca d’Italia entro un periodo di 18 mesi a partire dalla data della delibera assembleare. Gli acquisti potranno essere effettuati anche in più riprese, per un numero massimo non superiore alla quinta parte del capitale sociale a un prezzo compreso tra un minimo di 4 euro e un massimo di 30 euro per azione. Le operazioni potranno essere effettuate per la riduzione dei fondi propri prevista dall’art. 77 del Regolamento (UE) n. 575/2013 (CRR), per il supporto al regolare andamento delle negoziazioni, al fine di evitare movimenti dei prezzi non in linea con l’andamento del mercato (market making), per l’assegnazione all’Amministratore Delegato, al Direttore Generale e ad eventuali altri soggetti rientranti nella categoria del “personale più rilevante” in applicazione delle politiche di remunerazione e incentivazione approvate dall’Assemblea dei soci nonché per la messa a disposizione degli amministratori di uno strumento di flessibilità strategica e operativa che permetta di poter disporre di azioni proprie come corrispettivo in eventuali azioni straordinarie o quale parte della retribuzione variabile.

 

1 Ai sensi dell’articolo 83-terdecies del D.Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 (TUF) la legittimazione al pagamento del dividendo è determinata con riferimento alle evidenze dei conti dell’intermediario di cui all’articolo 83-quater, comma 3 del TUF, al termine della giornata contabile del 14 aprile 2015 (c.d. record date).

2 Con riferimento alla precedente autorizzazione deliberata dall’Assemblea Ordinaria del 17 aprile 2014, Banca IFIS non ha successivamente effettuato operazioni su azioni proprie con la sola eccezione di una vendita di 135.000 azioni il 25 marzo scorso al prezzo medio di 18,05 euro per un controvalore di 2,4 milioni di euro ed un valore nominale di 135.000 euro. La giacenza a fine esercizio risultava quindi uguale a quella dichiarata al termine della richiamata Assemblea del 17 aprile 2014 (n. 887.165 azioni pari all’1,649% del capitale sociale) mentre alla data odierna la giacenza è di n. 752.165 azioni, pari all’1,398% del capitale sociale.


Indietro