Indietro

Banca IFIS e KRUK Group, accordo raggiunto per la transazione di circa 750 milioni di euro di NPLs

    Comunicati stampa price sensitive
    NPL

Scarica il PDF
PDF


  • IROS13

Mestre (Venezia)/ Wrocław, Polonia, 22 dicembre 2016 – Banca IFIS e KRUK Group rendono noto che oggi è stata firmata una binding offer per la vendita di un portafoglio di crediti deteriorati del valore nominale di circa 750 milioni di euro, corrispondente ad oltre a 70mila posizioni. L’operazione – che è stata svolta nel mercato secondario unsecured ed ha permesso a Banca IFIS di realizzare una plusvalenza – ha visto come controparte di Banca IFIS KRUK Group, società leader nel mercato NPL nell’Europa Centrale.

“Siamo lieti di annunciare questa operazione e di dare il benvenuto a Banca IFIS nel crescente gruppo dei nostri business partner in Italia” ha detto Tomasz Kurr, General Director di KRUK Italia S.r.l.. “Siamo leader nel mercato del debt management in Europa Centrale con una strategia unica focalizzata sul cercare soluzioni stragiudiziali con i clienti. KRUK ha iniziato ad operare in Italia diventando uno dei partner più attivi nella ristrutturazione del credito per le banche del Paese”.

“L’operazione conclusa conferma la strategia di Banca IFIS – ha detto Andrea Clamer, responsabile dell’Area NPL – che prevede l’acquisto, la gestione e la cessione di portafogli di crediti Non-Performing; in particolare Banca IFIS prevede la cessione di porzioni residuali di portafogli acquisiti e pienamente gestiti. Quest’operazione conferma inoltre – sottolinea Clamer – la capacità della Banca di creare sinergie con player italiani ed internazionali attivi nel mercato primario e secondario dei Non-Performing Loans”.

Dal suo ingresso nel mercato fino alla fine del terzo trimestre 2016, KRUK Group ha investito un totale di 56 milioni di euro in portafogli di crediti deteriorati in Italia con un valore nominale aggregato di 0.5 miliardi di euro. Dopo la fine del trimestre KRUK ha anche chiuso l’acquisto di un portafoglio di crediti deteriorati dal gruppo italiano Unicredit con valore nominale pari a 0.9 miliardi di euro.

L’espansione geografica di KRUK in Italia è supportata dall’acquisizione di una società locale. In novembre, KRUK Group ha acquistato il 100% delle azioni di Credit Base International S.r.l., società con la quale aveva lavorato per diversi mesi sulle valutazioni di portafogli e sul debt management.



Indietro