23/01/2018
15:57

Legge di Bilancio 2018: confermate misure finanziarie a sostegno delle PMI

Business

Il 2018 è iniziato sottolineando le forti attese legate agli strumenti finanziari a sostegno delle imprese.
La Legge di Bilancio 2018, entrata in vigore il 29 dicembre, infatti, ha confermato il Piano Industria 4.0, inserendo nel suo raggio d’azione anche la formazione e continuando a sostenere quindi la crescita delle imprese.

Le micro, piccole e le medie imprese, potranno infatti beneficiare delle agevolazioni previste per l’acquisto di macchinari utili alla digitalizzazione delle proprie attività produttive, usufruendo delle misure di sostegno all’imprenditoria, previste dalla Legge.

Anche il settore delle imprese agricole potrà usufruire da quest’anno di finanziamenti dedicati soprattutto ai giovani, che faciliteranno il passaggio generazionale all’interno delle imprese agricole.

Quali misure a sostegno delle imprese sono state confermate?

Iperammortamento
Confermata la quota di ammortamento al 250% (+150% rispetto al costo del bene) (art. 1, comma 10 della L. 232/2016) con riferimento agli investimenti in beni immateriali strumentali nuovi di fabbrica effettuati dal 1° gennaio al 31 dicembre 2018, perfezionando l’investimento entro il 31 dicembre 2019 per tutti gli ordini al fornitore approvati entro il 31 dicembre 2018 con un versamento di acconto pari al 20%.

Superammortamento
Confermata anche questa agevolazione che esclude però veicoli e mezzi di trasporto.
Rispetto al 2017, inoltre, l’aumento del costo di acquisizione dei beni sarà del 30% e non più del 40%.
I titolari di redditi d’impresa e i lavoratori autonomi che effettueranno investimenti in beni materiali strumentali nuovi dal 1° gennaio 2018 fino al 31 dicembre 2018, potranno beneficiare della proroga, perfezionando l’investimento entro il 30 giugno 2019 per tutti gli ordini al fornitore approvati entro il 31 dicembre 2018 con un versamento di acconto pari al 20%.

Superammortamento software
Proroga e conferma della maggiorazione nella misura del 40%, del costo di acquisizione dei beni immateriali (software) funzionali alla trasformazione tecnologica in chiave Industria 4.0.

Nuova Sabatini
Proroga del termine per la concessione dei finanziamenti fino a esaurimento risorse con integrazione fondi di 330 milioni di euro per il periodo 2018-2023.

Fondo Capitale Immateriale
Creazione di un Fondo a favore di progetti di ricerca e innovazione in Italia, per permettere lo sviluppo della produttività, della competitività e del capitale immateriale.

Credito di imposta spese di Formazione Industria 4.0
Stanziamento di un credito pari al 40% delle spese legate al costo di personale dipendente per attività di formazione in chiave Industria 4.0.

L’introduzione della Legge di Bilancio 2018, conferma quindi le importanti misure governative a sostegno delle imprese, riconoscendo il valore del rinnovamento delle attrezzature utilizzate quotidianamente dalle aziende italiane.

Condividi