24/03/2016
12:16

Industria: fatturato in crescita dell’1% a gennaio 2016

Business

Sono stati diffusi oggi dall’Istat i dati relativi al fatturato dell’Industria italiana relativi al mese di gennaio 2016, con dati positivi nel confronto con il mese di dicembre 2015.

Al netto della stagionalità, infatti, il fatturato dell’industria ha fatto registrare una crescita dell’1%, con variazioni positive sia per quanto riguarda il mercato interno, in aumento dell’1,2%, sia a livello estero, anche se in misura minore, con un sempre positivo 0,4% in più.

Nel confronto con lo stesso mese dell’anno precedente, invece, i dati risultano meno positivi: il fatturato totale dell’industria nel gennaio 2016, infatti, ha fatto registrare un calo tendenziale dello 0,3%, risultato della flessione sul mercato interno valutata allo 0,6% mentre su quello estero si segnala una crescita dello 0,3%. Il dato, in questo caso, è stato corretto per gli effetti di calendario considerando che il mese di gennaio 2015 ha avuto 20 giorni lavorativi mentre quello del 2016 ne ha avuti 19, quindi uno in meno.

Nell’analisi dei dati suddivisi per settori, va segnalato poi che gli indici destagionalizzati del fatturato fanno registrare incrementi congiunturali per i beni strumentali, con un incoraggiante aumento dell’1,6%, per i beni di consumo, in crescita dell’1,0%, e per i beni intermedi, cresciuti dello 0,8%. I dati più positivi, comunque, arrivano dalla fabbricazione di mezzi di trasporto, in aumento del 13,9%.

A livello di ordinativi, invece, il mese di gennaio fa segnare un incremento congiunturale dello 0,7%, con variazioni positive dello 0,6% per gli ordinativi provenienti dal mercato interno e dello 0,8% per quelli provenienti dall’estero.

Nel confronto con lo stesso mese dell’anno scorso, poi, gli ordinativi segnano un aumento dello 0,1%, con dati particolarmente rilevanti riferiti alla fabbricazione di computer, prodotti di elettronica, ottica e apparecchi elettromedicali, in crescita addirittura del 24,6%.

Timidi segnali positivi, quindi, ma che lasciano ben sperare per il prosieguo del 2016.

[callto]CERCHI FINANZIAMENTI PER LA TUA IMPRESA[/callto]

Condividi