16/04/2019
16:42

Finanza Straordinaria: l’asso per la crescita delle imprese

Business

In che modo la finanza può aiutare le aziende a crescere? È ciò a cui cercheremo di dare una risposta.

Per partire un dato su tutti: circa il 98% delle imprese italiane conta meno di 10 dipendenti. Proviamo ad immaginare solo per un istante il miglioramento in termini di competitività e di crescita del PIL se solo una piccola parte di esse perseguisse con successo progetti ben strutturati di crescita interna, ma soprattutto tramite acquisizione, consentendo uno sviluppo del tessuto economico verso quella che potremmo definire Italia 2.0. Un acceleratore di primaria importanza di tali processi è sicuramente rappresentato dalla Finanza Straordinaria.

Cos’è la finanza straordinaria?

Per finanza straordinaria si intende quell’insieme di operazioni di finanza aziendale che producono una discontinuità nella vita dell’impresa e che determinano i propri effetti nel medio/lungo periodo, trattandosi di vere e proprie scelte strategiche. Esempi ne sono:

  • Acquisizioni e cessioni di società e rami d’azienda
  • Fusioni e scissioni di società
  • Emissioni di titoli di debito e/o capitale sociale
  • Ottimizzazione della struttura finanziaria
  • Project finance
  • Joint Ventures

Quali sono i vantaggi?

  • Un’acquisizione può permettere all’imprenditore di ottenere velocemente (e con un minore grado di incertezza) know-how, prodotti, clienti, mercati geografici, figure manageriali specifiche.
  • La vendita di un business, di contro, può agevolare la focalizzazione delle risorse, spesso limitate, sul proprio core business per diventare un campione nel settore.
  • L’ingresso di capitale di partner industriali o finanziari apre la porta in modo determinante alla condivisione di expertise, sinergie, relazioni, alla crescita manageriale, senza considerare il consistente contributo che nuove risorse, umane e tecnologiche, possono dare alla messa a terra di una strategia formalizzata in un business plan condiviso.
  • La giusta struttura finanziaria, dal canto suo, rappresenta l’impalcatura, il carburante del processo di crescita e deve necessariamente tenere conto delle esigenze specifiche dell’azienda in termini di attori, strumenti e modalità in funzione dello stadio di vita dell’azienda, dell’operazione allo studio, del contesto macroeconomico e politico.

Le idee imprenditoriali ed i progetti di crescita vanno necessariamente accompagnati da disciplina e creatività finanziaria per trovare volta per volta gli strumenti più adeguati all’implementazione.

Come la vita di tutti noi attraversa fasi diverse, così un’azienda presenta necessità ed opportunità specifiche dello stadio di sviluppo in cui si trova che richiedono soggetti, approccio e strumenti finanziari ad hoc. Se vuoi scalare una montagna utilizzerai il miglior SUV disponibile, di contro se hai necessità di correre per arrivare prima del competitor ti doterai della fuoriserie più performante.

Il punto di partenza imprescindibile è la strategia del pilota (imprenditore o top management) e la capacità di farsi supportare dai professionisti giusti (consulenti, banche, fondi di investimento), la finanza straordinaria è il mezzo del quale dotarsi e con il quale creare la nuova Italia 2.0!

 

di

Cataldo Conte,

Responsabile Corporate Finance

Condividi