25/02/2016
15:06

Agroalimentare made in Italy: esportazioni raddoppiate in 10 anni

Business

Continuano a susseguirsi le notizie che parlano di un settore agroalimentare italiano sempre più forte sui mercati internazionali. Merito di Expo, è stato detto, ma i dati che arrivano adesso parlano di una crescita inarrestabile che ha fatto addirittura raddoppiare le esportazioni del comparto rispetto a 10 anni fa.

Da un’analisi della Coldiretti sul commercio estero realizzata sulla base di dati Istat emerge che è soprattutto il vino a trainare il settore, con un aumento dell’80% nell’ultimo decennio, seguito dall’ortofrutta fresca con una crescita pari al 55% mentre al terzo posto del podio si colloca la pasta, con una crescita del 82% nel decennio. Nella top five, poi, si trovano anche i formaggi, che fatto un balzo del 95% in dieci anni, e i pomodori trasformati con un ottimo +88% nel decennio.

Il dato più eclatante, comunque, è quello relativo alle esportazioni della birra, un prodotto che finora era sempre stato ritenuto patrimonio esclusivo di altre nazioni. Il valore delle esportazioni della bevanda, infatti, è triplicato raggiungendo un clamoroso +206%, grazie anche alla conquista di mercati tradizionamente produttori come quello della Gran Bretagna o della Germania.

Il fatturato agroalimentare italiano all’estero è composto per i 2/3 dall’export verso i paesi dell’Unione Europea, ma non può passare inosservato il fatto che il Made in Italy stia andando molto bene anche nei paesi extraeuropei, a partire dagli Usa, dove la crescita stimata per l’alimentare nel decennio è valutata al 71%.

[callto]Cerchi credito per la tua impresa?[/callto]

 

Condividi