05/01/2021
11:37

Mondiali di sci for dummies

È già tutto pronto per i prossimi Campionati del Mondo di sci alpino 2021 che si terranno a Cortina d’Ampezzo, una delle più belle location del panorama sciistico internazionale. La data da segnare è quella del prossimo 8 febbraio: data di inizio del primo evento sportivo mondiale dell’era post-covid in Italia, che vedrà Banca Ifis national partner dell’evento. Vediamo di capire meglio come funziona e come si disputano le gare di questa competizione internazionale: se non avete idea di come funzioni la coppa del mondo di sci alpino, quali discipline preveda e quali sono le piste più famose, allora non vi resta che continuare a leggere questa breve guida nel mondo dello sci alpino che abbiamo preparato per voi.

 

Come funziona il mondiale di sci alpino

I mondiali di sci sono una competizione sportiva che si svolge ogni due anni, negli anni dispari per non coincidere con le Olimpiadi invernali.
Questa manifestazione sportiva si suddivide in gare maschili e gare femminili.
Normalmente le competizioni si svolgono in località separate, tranne il giorno delle finali quando sia gli atleti che le atlete gareggiano nella stessa location.
Se non avete idea di come funzioni la coppa del mondo di sci alpino, quali discipline preveda e quali sono le piste più famose, allora non vi resta che continuare a leggere questa breve guida nel mondo dello sci alpino che abbiamo preparato per voi.

 

Coppa del mondo di sci alpino: che cos’è

I mondiali di sci vengono organizzati ogni due anni dalla Federazione Internazionale Sci. Si tratta di una competizione sportiva in cui i partecipanti disputano i titoli mondiali delle diverse specialità di sci alpino.
Il campionato mondiale di sci nasce nel 1931 e inizialmente veniva organizzato ogni anno fino al 1939.
Il mondiale di sci viene poi sospeso per tutta la durata della Seconda Guerra mondiale per venire ripreso nel 1948 con un cambiamento: d’ora in poi l’evento verrà organizzato ogni due anni anziché ogni anno.
La competizione si svolgeva negli anni pari fino al 1985, i mondiali vennero poi spostati agli anni dispari per evitare che combaciassero con la disputa dei Giochi olimpici invernali, che si svolgono invece ogni 4 anni.
Nel periodo di concomitanza con i Giochi olimpici, cioè dal 1948 fino al 1982, le gare olimpiche di sci venivano considerate valide come gare del campionato del mondo, questo significa che i vincitori dell’oro olimpico erano anche campioni mondiali nelle varie discipline.
Fino ad oggi il Paese che ha portato a casa più medaglie d’oro è l’Austria, seguita dalla Svizzera che si trova al secondo posto e dalla Francia che per numero totale di medaglie d’oro vinte sta al terzo posto. L’Italia al momento occupa il settimo posto.

 

Le discipline dei campionati mondiali di sci alpino

I mondiali di sci si articolano nelle seguenti discipline: discesa libera, supergigante, slalom gigante, slalom speciale, combinata alpina, parallelo individuale e parallelo a squadre.
La discesa libera, supergigante, slalom gigante e lo slalom speciale sono discipline tradizionali, alle quali la Federazione Internazionale Sci ha affiancato nel corso degli anni delle varianti: la discesa libera e la supergigante sono considerate discipline veloci, mentre lo slalom gigante e lo slalom speciale sono discipline tecniche.
Tutte le discipline consistono nel cronometrare il passaggio degli atleti lungo uno stesso percorso tracciato sulla pista da sci. Il percorso è delimitato da una serie di porte che lo sciatore deve attraversare. Ogni variazione sul percorso è causa di squalifica.
Le discipline sono diverse tra di loro per la velocità della discesa. La discesa libera ha la velocità massima, mentre lo slalom speciale ha una velocità molto più bassa. Nelle discese più lente, le porte oltre a essere più ravvicinate comportano anche una maggiore curvatura del percorso.
La discesa libera è la più antica, pare risalga al 1861, ed è stata introdotta nel campionato mondiale di sci sin dagli albori. Lo slalom speciale è stato inserito per la prima volta nel 1950 con i mondiali che si sono svolti ad Aspen, negli Stati Uniti.

 

Le piste del campionato di sci alpino

La località più famosa dello sci alpino è sicuramente Chamonix, in Francia. È proprio in questa località che si sono svolte le prime Olimpiadi invernali nel 1924.
Una località che spicca tra tutte è sicuramente St. Moritz, in Svizzera, nota tra gli appassionati di sci di tutto il mondo.
In Italia abbiamo diverse località dove si disputano i mondiali: Cortina d’Ampezzo, Val Gardena, Alta Badia, Valtellina, Madonna di Campiglio.
A Cortina d’Ampezzo troviamo la pista Olympia delle Tofane, lunga 2822 metri, tecnica ma percorribile anche da turisti.
In Val Gardena si scia sulla pista Saslong, o Sassolungo. Si tratta di un tracciato molto divertente, perché parte in campo aperto e finisce in picchiata nei boschi di abete.
La Gran Risa, in Alta Badia è un tracciato con 677 metri di dislivello. Qui si corre lo Slalom Gigante imperdibile per gli appassionati dei mondiali di sci.
Lo slalom speciale in notturna sulla pista Canalone Monti 3Tre di Madonna di Campiglio è uno dei più seguiti e spettacolari del Campionato.
La pista più pregiata, più seguita e considerata la più importante anche a causa del montepremi più alto del Mondiale è la pista Streif a Kitzbuehel, in Austria.
Questa pista vanta 800 metri di dislivello ed è la più spaventosa del campionato. Per farvi rendere conto uno dei suoi tratti si chiama Mausfalle, che tradotto significa trappola per topi.

 

I mondiali di sci a Cortina d’Ampezzo 2021

I campionati mondiali di sci alpino 2021 si terranno dal 8 al 21 febbraio 2021 nella località di Cortina d’Ampezzo. Le discipline in gara saranno: discesa libera, supergigante, slalom gigante, slalom speciale, combinata alpina, parallelo individuale e parallelo a squadre.
Le piste sulle quali si disputerà il mondiale sono Druscié A, Labirinti, Olympia delle Tofane, Rumerlo e Vertigine.

  • Sulla Druscié A si disputerà lo slalom sia gara femminile sia la gara maschile. La partenza è a 1710 metri e l’arrivo sarà a 1490 metri con una pendenza media del 40%.
  • La pista Labirinti ospiterà lo slalom gigante maschile, si partirà da 2.110 metri e si arriva in discesa a 1.560 metri di altezza con una pendenza massima del 55%.
  • Sulla pista Vertigine si svolgeranno: la discesa libera maschile, la supergigante e la combinata alpina maschile.
  • Olympia delle Tofane sarà luogo di gare al femminile: discesa libera, supergigante, slalom gigante e combinata alpina.
  • La pista Rumerlo ospiterà le gare di combinata alpina sia femminile sia maschile, parallelo individuale e parallelo a squadre.

Cortina d’Ampezzo ha già ospitato i mondiali di sci nel lontano 1932 e nel 1956. In entrambi gli anni le gare olimpiche erano valide ai fini dei campionati mondiali. Cortina d’Ampezzo doveva essere protagonista anche della competizione sciistica nel 1941, ma la manifestazione è stata annullata a causa della guerra.

Condividi