23/03/2021
13:06

Milano Sanremo, emozioni blindate con una modifica al percorso

Ciclismo

La Milano – Sanremo vede il trionfo di Jasper Stuyven. Quest’anno la Classica di Primavera si è svolta in modo imprevedibile, non solo per l’assolo del ciclista belga, ma anche per il percorso che ha subito variazioni a causa di una frana e l’assenza del pubblico per il secondo anno di seguito per la pandemia.
Stuyven si è imposto su Ewan e Van Aert, vincitore dell’edizione 2020.
L’appuntamento più prestigioso della stagione si è svolto sul percorso tradizionale, anche se il Colle di Giovo ha sostituito il Passo del Turchino bloccato per frana.
Ripercorriamo insieme i principali e più avvincenti avvenimenti della manifestazione, organizzata anche grazie al sostegno, per il secondo anno consecutivo, di Banca Ifis che è Premium Partner di tutte le sette Grandi Classiche di Ciclismo 2021 e Official Partner delle Gran Fondo “Strade Bianche” e “Il Lombardia”.

 

Il percorso della 112a edizione Milano-Sanremo

Nel 2021 la Milano – Sanremo torna in edizione primaverile, l’anno passato la Classicissima si è svolta in agosto e su un percorso in gran parte differente a causa del Covid-19.
La gara ha riproposto un percorso classico, ad esclusione del Passo del Turchino, purtroppo inagibile a seguito di una frana. Il Passo del Turchino è stato per anni il tratto più difficoltoso dell’intera gara e luogo di azioni decisive, ma con il passare del tempo la salita oltre ad essere troppo distante dal traguardo si è rivelata troppo poco sfidante per il ciclismo moderno.
La gara è transitata sulla salita di Colle di Giovo per poi proseguire sull’Aurelia ad Albisola, il tratto più spettacolare dell’intera corsa. Gli ultimi 112 km della gara si sono svolti sul percorso tradizionale sui tre Capi (Capo Mele, Capo Cervo, Capo Berta) prima dell’ascesa della Cipressa, che fa parte del percorso dal 1982, e quella del Poggio, salita storica della gara che è stata inserita nel 1960.
La gara si è conclusa al tradizionale traguardo in via Roma, nel centro della città di Sanremo.
L’edizione 2020 aveva visto un percorso differente, con una deviazione che escludeva i comuni della provincia di Savona. La gara ha attraversato Lomellina, Monferrato e le Langhe, in salita sul Colle di Nava per poi riscendere verso Imperia e riprendere il percorso tradizionale. Nel 2021 è tornato il tracciato attraverso i comuni del savonese.

 

I partecipanti alla Milano-Sanremo

La Milano-Sanremo ha aperto la stagione delle Classiche con 25 squadre di 7 corridori ciascuna. Tra i favoriti della gara troviamo Van Aert, il vincitore dell’edizione 2020, Mathieu Van Der Poel, che ha trionfato nella recente Strade Bianche e Alaphilippe, vincitore dell’edizione 2019 e campione del mondo in carica.
Ecco perché la vittoria di Jasper Stuyven è stata un’assoluta sorpresa, anche se il belga aveva già dimostrato il proprio valore 5 anni fa durante la Kuurne-Bruxelles-Kuurne, in cui erano emerse la sua predilezione e capacità da velocista.
Assente annunciato in questa gara è il vincitore della 56esima edizione della Tirreno-Adriatico, il ciclista sloveno Pogacar, che ha deciso di prendersi una pausa e prepararsi al Giro dei Paesi Baschi.

 

La vittoria di Stuyven e cronaca della gara

La Classicissima di Primavera ha consacrato Jasper Stuyven, che ha sorpreso tutti con una volata che gli ha permesso di gareggiare insieme ai migliori, compresi i tre favoriti. La volata di Stuyven è stata sostenuta anche dal danese Kragh Andersen, che ha raggiunto il belga e si può dire l’abbia trascinato sul rettilineo.
Era solo una questione di pazienza e perseveranza: Stuyven ha saputo resistere allo scatto di Caleb Ewan con un ritmo senza precedenti.
“Avevo tenuto bene, ma c’erano tanti velocisti puri ed allora ho preferito giocare d’anticipo. Nessuna azione programmata, ho azzardato. Tutto o niente”, queste le parole del vincitore della 112a edizione della Milano-Sanremo. Secondo posto all’australiano Ewan che ha dichiarato: “Sono un po’ dispiaciuto per il secondo posto, ma nessun rimpianto. Quando è scattato Stuyven ci siamo guardati troppo. Penso invece di essere partito al momento giusto nella volata, avessi anticipato sarei arrivato più dietro”.
Terzo sul podio il favorito Wout van Aert, vincitore della precedente edizione della Classicissima, che si è complimentato con Stuyven: “C’è stata esitazione anche nella parte finale del Poggio. Con la squadra abbiamo seguito il piano tattico, ma gli ultimi km sono sempre un’incognita, ci si affida all’istinto. Ma complimenti a Jasper“.
Dietro Wout van Aert è arrivato Peter Sagan, il ciclista slovacco ha dovuto recuperare lo stop dovuto al Covid in piena fase di preparazione e, visto il piazzamento a un passo dal podio, pare abbia superato bene il momento difficile.
Sorprendentemente Mathieu van der Poel, uno dei favoriti della Classicissima e campione dell’edizione 2019, è arrivato quinto.
Nonostante i pronostici e i favoriti della gara, la Milano-Sanremo resta sempre una corsa imprevedibile e avvincente.
Tra gli italiani, la miglior posizione è di Sonny Colbrelli che arriva ottavo. Matteo Trentin si classifica dodicesimo e Giacomo Nizzolo diciottesimo. Nibali ha preferito una strategia che ha favorito il compagno di squadra e ha pagato bene, mentre è deludente Filippo Ganna che ha appoggiato una scelta tattica del Team Ineos, lavorando per Kwiatkowski e Pidcock, tattica che però non ha pagato bene, visto che nessuno di loro è arrivato tra i primi dieci. Sarebbe stata sufficiente una sparata negli ultimi chilometri della Milano-Sanremo per garantirgli un’impresa decisamente più memorabile.

 

Conclusioni

L’imprevedibile vittoria del belga Stuyven è un sogno che si avvera, dopo che il suo migliore piazzamento nella storica gara della Milano – Sanremo era un 10° posto nel 2018. Incredulo e felice, Stuyven ha dichiarato: “Non riesco ancora a credere di aver vinto la Milano-Sanremo! All’ultimo km – spiega il vincitore – proprio prima dell’ultima curva, ho provato a recuperare un attimo, poi ho lanciato la mia volata. Dopo la discesa del Poggio avevo visto che c’erano ancora dei velocisti, ho capito che dovevo provare ad anticiparli e così ho fatto. Non è stata una strategia pensata prima della partenza ma piuttosto il mio istinto. È incredibile, non riesco a trovare le parole!”.
Vi lasciamo con l’ordine d’arrivo della 112a edizione della Classicissima.

 

L’ordine d’arrivo della Milano-Sanremo 2021

1 STUYVEN Jasper (Trek-Segafredo) 6h38’06”

2 EWAN Caleb (Lotto Soudal)

3 VAN AERT Wout (Team Jumbo-Visma)

4 SAGAN Peter (BORA-Hansgrohe)

5 VAN DER POEL Mathieu (Alpecin-Fenix)

6 MATTHEWS Michael (Team BikeExchange)

7 ARANBURU Alex (Astana-Premier Tech)

8 COLBRELLI Sonny (Bahrain-Victorious)

9 KRAGH ANDERSEN Søren (Team DSM)

10 TURGIS Anthony (Team Total Direct Energie)

Condividi