Osservatorio Finanziario elegge rendimax Miglior Conto Deposito del 2011

    Banca IFIS S.p.A.
    Gruppo Banca IFIS



Il magazine online di Osservatorio Finanziario, l’Istituto che monitora tutti i servizi bancari sul Web – home e corporate banking, trading online e servizi per l’e-commerce – ha stilato la classifica dei migliori conti deposito del 2011. rendimax vince su tutti nella categoria Miglior Deposito Libero, ed è sul podio anche per le categorie Miglior Deposito Vincolato che analizza i conti di deposito con scadenze temporali a breve o brevissimo termine, e Migliori Servizi, che premia i servizi accessori collegati al deposito.
rendimax di Banca IFIS, nella categoria Miglior Deposito Libero, riporta il tasso attivo a regime più alto del mercato e fisso a quota 2,50% lordo, al netto delle promozioni. Giovanni Bossi, Amministratore delegato di Banca IFIS, in un’intervista al magazine, ha descritto le novità recentemente introdotte.
“Abbiamo appena lanciato la disposizione automatica di trasferimento fondi dai conti correnti d’appoggio verso rendimax. Ma per il futuro contiamo di ampliare il numero di servizi di conto corrente disponibili anche su Rendimax. […] Vogliamo far convergere l’operatività del conto corrente dentro rendimax. […] Dal primo settembre abbiamo a catalogo una nuova offerta di conti di deposito vincolati con interessi posticipati, cioè liquidati trimestralmente. Il nuovo prodotto si chiama rendimax Interessi Posticipati Top. Il fatto è che liquidare gli interessi applicati al termine del vincolo anziché al momento della stipula rappresenta, per la banca, un vantaggio economico. Ecco perché possiamo permetterci di offrire rendimenti maggiori.” E anticipando i progetti del futuro, Bossi ha aggiunto “Stiamo valutando anche la possibilità di ridurre ulteriormente il limite minimo per l’accesso alla linea di conti di deposito vincolati, in modo da consentire anche a chi ha scarsa disponibilità di capitali di investire comunque.”
Of-Osservatorio finanziario ha analizzato 20 conti di deposito di altrettanti istituti di credito, appartenenti a banche di grandi e medie dimensioni, istituti di credito online e banche territoriali, fotografando la situazione di mercato al 23 agosto 2011. Nell’analisi viene riportato l’interesse sempre maggiore verso questa forma di risparmio: solo nell’agosto 2011, secondo OF, si è infatti “registrato un aumento nel numero di depositi attivi pari al 41,9% rispetto a settembre 2010. Merito dei tassi di riferimento, in continua ascesa, della crisi e della conseguente paura ad investire nel più rischioso mercato azionario. Ma anche per via dell’imminente arrivo della nuova aliquota fiscale, in vigore da gennaio 2012, che comporterà la riduzione della tassazione prevista per legge dall’attuale 27% al 20%.”


Indietro