L’Assemblea dei soci approva il bilancio 2010

    Banca IFIS S.p.A.
    Gruppo Banca IFIS



L’assemblea degli Azionisti di Banca IFIS S.p.A., riunitasi oggi in seduta ordinaria sotto la presidenza di Sebastien Egon Furstenberg, ha approvato il Bilancio relativo all’esercizio 2010 – i cui risultati sono stati comunicati in data 7 marzo 2011- e la destinazione dell’utile netto di esercizio di Euro 17.149.241,13 così suddiviso:
a) a riserva legale per Euro 857.462,06
b) agli azionisti un dividendo in contanti pari a 0,06 euro per ogni azione in circolazione alla data di stacco tale dividendo è comprensivo della quota parte attribuibile alle azioni proprie detenute dalla società alla medesima data;;
c) agli azionisti, l’attribuzione di azioni proprie interamente prelevate dalle azioni proprie in portafoglio con conseguente riduzione della “Riserva per azioni proprie in portafoglio”, nel rapporto di una azione ordinaria ogni 37 azioni ordinarie possedute, del valore nominale di 1,00 euro cadauna che, rapportata al prezzo ufficiale dell’azione registrato lo scorso 4 marzo corrisponde ad uno scrip dividend di 0,14 euro a ciascuna azione ordinaria
d) ad altre riserve per il residuo.
Il dividendo complessivo è pari a 0,20 euro per azione di cui 0,06 euro per azione in contanti e 0,14 euro per azione da assegnazione di un’azione ogni 37 possedute (scrip dividend).
Il dividendo sarà messo in pagamento a partire dal prossimo 12 maggio 2011, previo stacco cedola n. 14 in data 9 maggio 2011. Alla stessa data saranno altresì assegnate agli aventi diritto le azioni proprie con godimento regolare a far data da 1 gennaio 2011.
Il documento informativo relativo all’assegnazione di azioni Banca IFIS di cui alla lettera c) che precede, redatto ai sensi dell’articolo 34-ter comma 1, lettera l), del regolamento adottato dalla Consob con delibera n.11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche e integrazioni, è a disposizione del del pubblico sul sito internet della Società www.bancaifis.it.
Le azioni Banca IFIS oggetto dell’assegnazione sono da considerarsi agli effetti fiscali utili in natura, da assoggettare a tassazione in capo agli azionisti in base al “valore normale”, pari alla media aritmetica del prezzo ufficiale delle azioni ordinarie Banca IFIS rilevato in ciascun giorno di effettiva quotazione del titolo presso il mercato telematico azionario organizzato e gestito da Borsa italiana S.p.A., segmento STAR, nel periodo decorrente dalla data di assegnazione delle azioni proprie (stacco cedola ovvero 9 maggio 2011) allo stesso giorno del mese precedente. Il suddetto “valore normale” verrà reso noto agli intermediari aderenti al sistema di gestione accentrata presso Monte Titoli S.p.A. e verrà reso noto al mercato a mezzo comunicato stampa in data 10 maggio 2011. L’assegnazione gratuita produrrà un reddito imponibile in capo agli azionisti della Società secondo il regime previsto per la tassazione dei dividendi, per un importo corrispondente al “valore normale” a fini fiscali come sopra evidenziato, calcolato sulla base del rapporto di assegnazione.
L’Assemblea ha poi deliberato l’autorizzazione – previa revoca della precedente – all’acquisto di azioni proprie ordinarie per un periodo massimo di 18 mesi di un importo massimo di 20 milioni di euro, il cui controvalore d’acquisto trova capienza nell’apposita “riserva per futuro acquisto di azioni proprie” di pari importo.


Indietro