EQUITY NPL MEETING 2017: IL 14 SETTEMBRE A VENEZIA 10 SOCIETA’ QUOTATE INCONTRANO GLI INVESTITORI PER ILLUSTRARE LE PROPRIE STORIE DI EQUITY NPL. AD UN ANNO DALLA PRIMA EDIZIONE CAPITALIZZAZIONE COMPLESSIVA RADDOPPIATA

    Banca IFIS S.p.A.
    Gruppo Banca IFIS
    NPL



Venezia, 14 settembre 2017 – I principali operatori quotati specializzati nel settore dei NPL si riuniscono oggi a Venezia in occasione della seconda edizione dell’Equity Npl Meeting, l’evento organizzato da Banca IFIS e Mediobanca Securities dedicato al NPL management.

All’Equity Npl Meeting le società specializzate nel settore e i fondi di investimento hanno a disposizione un’intera giornata di meeting per presentare i diversi modelli di business (acquisto di portafogli, semplice gestione, o entrambe) con player provenienti da Europa e Regno Unito. Grazie a questi incontri, potranno approfondire la reciproca conoscenza e confrontarsi con gli investitori.

Antonio Guglielmi, Head of Equity Markets di Mediobanca, commenta: “La partecipazione dei principali operatori del settore NPLs e di numerosi fondi internazionali conferma il forte interesse per il credit management. La seconda edizione dell’Equity NPL Meeting è un’occasione importante per fare il punto su un settore sempre più dinamico. L’accelerazione della crescita in Italia, il rinnovo per altri 12 mesi della GACS da parte delle autorità competenti e la riduzione del Cost of Equity nella periferia dell’Eurozona contribuiscono all’emersione del valore degli NPLs in Italia. Ciò aiuta la riduzione del gap di prezzo tra domanda ed offerta creando le premesse per un’accelerazione nella dismissione degli attivi problematici destinata a rilanciare la capacità di credito del sistema bancario”.

Mara di Giorgio, Responsabile Comunicazione e Investor Relation di Banca IFIS ha aggiunto: “L’Equity NPL Meeting rappresenta un momento in cui tutti i principali player del settore hanno modo di presentare i propri business model e la creazione di valore. Comparando le diverse Equity story, diverrà chiaro che ogni player di mercato ha deciso di adottare modelli di business e controllo di fasi strategiche molto diverse fra loro, pur lavorando in quello che oggi tutti identificano come uno dei mercati in più forte evoluzione e ad altissimo potenziale. Centralizzazione delle fasi, outsourcing, internazionalizzazione dei mercati sono solo alcuni dei temi messi a confronto dagli investitori che desiderano approfondire dinamiche e visione evolutiva del settore e dei player”.

Le società quotate partecipanti all’evento e le rispettive capitalizzazioni sono: Arrow Global (UK €883m), Axactor (Norvegia, €451m), B2 Holding (Norvegia, €697m), doBank (Italia, €870m), Banca IFIS (Italia, €2.2 mld), Cerved (Italia €1.8mld), Hoist Finance (Svezia, €723m), Intrum Justitia (Svezia, 3.5mld), Prelios (Italia, €160m), Kruk Group (Polonia, €1.5mld) per una capitalizzazione complessiva di 12.7 miliardi di euro.


Indietro