Banca IFIS Impresa: a Mondovì il 67% dell’occupazione è donna. Oggi si celebrano due anni di investimenti e innovazione




Massimo Macciocchi (direttore Leasing): «Nonostante uno scenario macroeconomico avverso
continuiamo a fare impresa e credere nell’Italia per aumentare il nostro business e creare lavoro»

Mondovì, 29 novembre 2018 – Due anni di crescita sostenibile e di sviluppo, economico e occupazionale. Sono passati 24 mesi esatti dall’acquisizione, a fine novembre 2016, dell’ex Gruppo Interbanca da parte di Banca IFIS. Con la grande operazione, tutto il polo del Leasing di Mondovì è entrato nel perimetro della Banca, portando competenze, specializzazione e una forte identificazione territoriale tra il business del Leasing e la città di Mondovì.

Fin da allora, il primo obiettivo del Gruppo è stato investire sulle persone e nel business del Leasing quale strumento vincente al servizio delle Pmi del Paese. L’acquisto della sede di Pogliola (Mondovì), questa primavera, è un segnale tangibile della volontà di forte radicamento in questo territorio, del voler continuare e investire in Italia, consolidando la presenza della banca qui in Piemonte. Gli interventi di ristrutturazione e riqualifica sono ancora in corso e altri ne seguiranno per migliorare gli spazi e la qualità del lavoro dei colleghi.

La nostra forza. Oggi la sede di Mondovì conta 197 dipendenti ai quali si aggiungono circa 40 persone basate a Milano. Il gruppo Banca IFIS occupa oggi 1.622 persone, al 31 dicembre 2017 erano 1.470. La crescita è del 10,3%. A Mondovì ben il 67% dell’occupazione è femminile: 132 le donne occupate nella sede piemontese di Banca IFIS contro 65 uomini. L’età media è di 42 anni.

Il business. Il polo del Leasing di Banca IFIS Impresa, che oggi conta oltre 71 mila clienti, evidenzia dinamiche di crescita più che positive in quasi tutti i segmenti. A fine ottobre i volumi registrano complessivamente un aumento del 7% rispetto lo stesso periodo del 2017. Nei prodotti “core” che fanno riferimento al Leasing strumentale, ovvero alle macchine di produzione per tutto il mondo delle Piccole e medie imprese manifatturiere del made in Italy, l’incremento anno su anno arriva a +13% sul 2017. Nel settore del Capital Market la crescita dei volumi segna addirittura + 24% al 30 ottobre 2018.

«Nonostante uno scenario macroeconomico avverso, stiamo continuando a investire e credere nel futuro e nel fare impresa qui in Italia. La nostra volontà è creare occupazione, anche e soprattutto qui a Mondovì. Ci sono ampi spazi di crescita del business dei servizi del Leasing e del noleggio a cui stiamo guardando con etrema attenzione – precisa Massimo Macciocchi, direttore Leasing di Banca IFIS Impresa –. Vogliamo incrementare la nostra presenza qualificata nel settore della produzione più che nello strumentale, che fino ad oggi ci ha già dato molte soddisfazioni, acquisendo nuove quote di mercato nel noleggio. Sul settore auto, dove siamo leader, puntiamo al consolidamento del nostro ruolo di banca innovativa e digitale».

Il Gruppo Banca IFIS. Attivo nei settori del credito alle imprese, dei crediti deteriorati e dei crediti fiscali, il Gruppo Banca IFIS (Fitch, BB+, outlook stabile) ha un modello di business solido, sostenibile, diversificato, che consente di raggiungere risultati redditizi e in crescita. Ha operazioni concentrate sul mercato italiano e opera sul territorio senza sportelli tradizionali. Fondata nel 1983 da Sebastien Egon Furstenberg, attuale presidente, Banca IFIS è quotata dal 2003 alla Borsa di Milano (segmento Star), con una capitalizzazione di mercato di circa 1,4 miliardi di euro a settembre 2018.

Banca IFIS Impresa rappresenta il supporto del credito commerciale a breve termine (factoring), del corporate banking (finanza a medio/lungo termine e finanza strutturata) e del leasing (operativo e finanziario) a favore delle piccole, medie e micro imprese. Banca IFIS Impresa opera sia nel mercato italiano sia internazionale.

 


Indietro