Banca IFIS ancora buyer di NPL

    Banca IFIS S.p.A.
    Gruppo Banca IFIS
    NPL
  •  IROS13



Mestre (Venezia), 7 luglio 2016 – Con otto operazioni di acquisto e quasi 2,3 miliardi di NPL comprati da inizio 2016, Banca IFIS si conferma una delle realtà più attive nel settore dei crediti di difficile esigibilità, con particolare riferimento al segmento del credito al consumo domestico, nel quale l’istituto è specializzato. Oggi Banca IFIS comunica infatti la chiusura di altri due deal di acquisto – che si aggiungono ai sei già effettuati nei mesi scorsi – di due portafogli di Non-Performing Loans unsecuredper un valore nominale pari a 176 milioni di euro.

Il primo portafoglio, del valore nominale di circa 104 milioni di euro e corrispondente a 3.900 posizioni, è stato ceduto a Banca IFIS da un primario player bancario ed è composto per la maggior parte da scoperti di conto corrente (65%).

La seconda transazione è relativa a un accordo forward flow con una delle una delle principali società italiane di credito al consumo, che prevede la cessione mensile a Banca IFIS di circa 6 milioni di euro di crediti Non-Performing per 12 mesi, per un totale di 72 milioni di euro (valore nominale).

“Dal 2012, anno in cui siamo entrati nel settore dei crediti di difficile esigibilità, Banca IFIS è cresciuta in maniera esponenziale fino diventare leader di un mercato in continua evoluzione, evolvendo con esso. Abbiamo costruito una filiera completa la cui gestione efficace permette di raggiungere un obiettivo fondamentale: reinserire i nostri clienti in un meccanismo economico sostenibile e virtuoso” è il commento di Andrea Clamer, responsabile dell’Area NPL di Banca IFIS.

A fronte delle operazioni finalizzate finora, il portafoglio NPL proprietario di Banca IFIS vanta oltre un milione di posizioni per un controvalore nominale di quasi 10 miliardi di euro.


Indietro