Aumentano le imprese finanziate (+ 6%) e migliora la qualità del credito. In crescita il settore NPL che supera le 570mila posizioni

    Banca IFIS S.p.A.
    Gruppo Banca IFIS
  •  IRAG



Tra le anticipazioni sui risultati dei primi 9 mesi spicca anche la crescita del margine di intermediazione (+16%)

Banca IFIS rende note oggi alcune anticipazioni sui risultati dei primi nove mesi dell’anno, che saranno sottoposti al Consiglio di Amministrazione il 13 novembre 2013.
Questi i primi dati:

• margine di intermediazione a 194 milioni (+16%);
• risultato netto della gestione finanziaria in crescita secondo il trend riportato nei primi 6 mesi;
• ammontare minore delle rettifiche sui crediti nel trimestre rispetto ai due trimestri precedenti dello stesso esercizio;
• aumento del numero delle imprese finanziate del 6% rispetto allo stesso periodo del 2012;
• turnover dei crediti commerciali in aumento del 9% pari a 3,9 miliardi di euro;
• impieghi settore imprese in accelerazione del 3% rispetto al trimestre precedente;
• trend degli incassi in continuo miglioramento, assieme alla riduzione dei tempi di pagamento;
• asset quality in forte miglioramento, con decremento del totale delle attività deteriorate nette e in particolare delle sofferenze nette rispetto a fine 2012;
• ammontare del portafoglio titoli a fine settembre pari a 7,0 miliardi.

“Focus del trimestre appena concluso è stato il miglioramento della qualità del credito nel settore del supporto finanziario piccole imprese del nostro Paese” commenta Giovanni Bossi, Amministratore Delegato di Banca IFIS. “L’elemento che a livello di sistema bancario frena la possibilità di incidere maggiormente sull’economia reale, per noi oggi è in fortissimo miglioramento e ci permette di rafforzare il nostro impegno senza freni e senza indugi. Abbiamo lanciato in tale direzione un nuovo progetto,Credi Impresa Futuro, che ci permetterà di essere molto più vicini alle imprese del territorio. Ora chiedo alle imprese italiane di contattarci, di dialogare con noi e di darci la possibilità di essere al loro fianco. Noi ci siamo”.

Nel settore dei crediti di difficile esigibilità – Distressed Retail Loans – il totale pratiche gestite dalla divisione ha superato le 577.000 unità.
Dopo il naturale rallentamento dovuto alla pausa estiva di agosto, continua il trend positivo degli incassi per contanti e la raccolta dei piani cambiari, in forte crescita grazie all’ottimo contributo del nuovo progetto CrediFamiglia e dell’intera squadra che lo supporta.


Indietro