Banca IFIS, l’assemblea dei soci approva il bilancio 2013 e il dividendo di euro 0,57 per azione

    Banca IFIS S.p.A.
    Comunicati stampa price sensitive
    Gruppo Banca IFIS
  •  IRAG01



L’Assemblea degli Azionisti di Banca IFIS S.p.A., riunitasi oggi in seduta ordinaria sotto la presidenza di Sebastien Egon Furstenberg ha approvato:

• il bilancio relativo all’esercizio 2013, i cui risultati sono stati comunicati il 6 marzo 2014;

• la distribuzione agli azionisti di un dividendo pari a 0,57 euro per ciascuna azione ordinaria con stacco cedola (n. 17) il 28 aprile 2014 [1] che sarà messo in pagamento dal 2 maggio 2014. Il pagamento sarà effettuato per il tramite degli intermediari autorizzati presso i quali sono registrate le azioni nel Sistema Monte Titoli;

• i contenuti della Sezione I del documento “Relazione sulla remunerazione” – ai fini all’adeguamento delle politiche di remunerazione del Gruppo per il 2014 – e il piano di compensi basato sull’assegnazione di azioni Banca IFIS per alcune figure aziendali;

• il rinnovo dell’autorizzazione – previa revoca della precedente – all’acquisto e disposizione di azioni proprie ordinarie per un importo massimo di 40 milioni di euro entro un periodo di 18 mesi a partire dalla data della delibera assembleare. Gli acquisti potranno essere effettuati anche in più riprese, per un numero massimo non superiore alla quinta parte del capitale sociale a un prezzo compreso tra un minimo di 4 euro e un massimo di 25 euro per azione. Le operazioni potranno essere effettuate per favorire il regolare andamento delle negoziazioni; evitare movimenti dei prezzi non in linea con l’andamento del mercato; garantire adeguato sostegno della liquidità del mercato nonché dotare la Banca di uno strumento di flessibilità strategica e operativa che permetta di poter disporre di azioni proprie come corrispettivo in eventuali azioni straordinarie o quale parte della retribuzione variabile. La vendita di tutte o parte delle azioni proprie detenute dalla Banca potrà avvenire, anche in più riprese, a un prezzo non inferiore all’80% del prezzo di riferimento registrato nella seduta del Mercato di quotazione precedente alla data in cui si effettua la vendita [2];

• la proposta del Collegio Sindacale per il conferimento dell’incarico di revisione legale del Bilancio d’esercizio individuale e consolidato della Banca per il periodo 2014-2022 e per gli incarichi aggiuntivi strettamente connessi all’attività di revisione alla Reconta Ernst & Young S.p.A.

 

[1] Ai sensi dell’articolo 83-terdecies del D.Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 (TUF) la legittimazione al pagamento del dividendo è determinata con riferimento alle evidenze dei conti dell’intermediario di cui all’articolo 83-quater, comma 3 del TUF, al termine della giornata contabile del 30 aprile 2014 (c.d. record date).

[2]Con riferimento alla precedente autorizzazione deliberata dall’Assemblea Ordinaria del 30 aprile 2013, Banca IFIS ha effettuato nel corso dell’esercizio 2013 le seguenti operazioni su azioni proprie: ha acquistato, al prezzo medio di 7,06 euro, n. 1.265.197 azioni proprie per un controvalore di 8,9 milioni di euro ed un valore nominale di 1.265.197 euro;  ha venduto, al prezzo medio di 10,73 euro, n. 441.519 azioni proprie per un controvalore di 4,7 milioni di euro ed un valore nominale di 441.519 euro, realizzando utili per 2,4 milioni di euro che, in ossequio ai principi contabili internazionali, sono stati iscritti a riserve patrimoniali. La giacenza a fine esercizio risultava pari a n. 1.083.583 azioni proprie, per un controvalore di 7,9 milioni di euro ed un valore nominale di 1.083.583 euro. Per effetto degli acquisti nonché delle vendite di azioni proprie sino ad oggi effettuate, alla data odierna, Banca IFIS detiene in portafoglio n. 887.165 azioni pari al 1,649% del capitale sociale.


Indietro