22/08/2022
14:10

Banca Ifis è la prima banca a ottenere per il suo sito il sigillo Karma Metrix Energy Efficient Website

Karma Metrix è l’innovativo strumento per la misurazione dell’ecosostenibilità dei siti web. L’obiettivo del progetto è il miglioramento dell’impatto ambientale delle azioni digitali e l’ottimizzazione dell’efficienza energetica.

Banca Ifis è la prima banca in Italia ad aver ottenuto il sigillo Karma Metrix Energy Efficient Website, che attesta il livello di ecosostenibilità delle pagine dei siti web, posizionandosi, grazie al ridotto consumo energetico del proprio sito web, al di sotto della media mondiale di emissioni di CO2

La misurazione, eseguita con un algoritmo elaborato da Karma Metrix, ha analizzato 50 pagine del sito www.bancaifis.it pari al 78% di views annuali, basandosi su decine di fattori di efficienza web e assegnato un rating identificando una classe di merito rispetto ad un benchmark mediano mondiale. La maggior parte delle pagine web analizzate (64%) hanno meritato la classe B e l’8% è attualmente già in classe A o superiore.

Banca Ifis ha, da sempre, mostrato una forte attenzione alla sostenibilità avendo intrapreso un percorso importante per integrare sempre di più i criteri ESG nella sua attività. Per questo ha definito anche nel nuovo Piano Industriale 2022-2024 un progetto che fissa obiettivi e impegni su Environment, Social e Governance e ha creato Kaleidos, il Social Impact Lab che ha l’obiettivo di promuovere iniziative a elevato impatto sociale, con particolare attenzione alle comunità inclusive, alla cultura e al benessere.

Banca Ifis e Karma Metrix continueranno la propria collaborazione nel corso del 2022 con l’obiettivo di portare il sito bancaifis.it a ridurre ulteriormente il proprio impatto ambientale e il consumo energetico. Grazie all’analisi d Karma Metrix infatti, Banca Ifis può prefissarsi alcuni obiettivi nel medio termine: l’abbattimento del 32% delle emissioni totali di CO2 del sito, portando in classe A le 10 top pages e, nel lungo termine, arrivare a un abbattimento delle emissioni di circa il 50%.

Condividi