Futuro = Istruzione. L’equazione di Banca IFIS per l’educazione digitale: donati 110 computer alle scuole medie di tutta Italia

    Banca IFIS S.p.A.
    Gruppo Banca IFIS
    Iniziative



Invece che dismettere, donare e investire sul futuro dei giovani. É il caso di Banca IFIS, che ha donato a11 scuole italiane 110 computer completi e funzionanti. L’iniziativa conferma l’impegno di Banca IFIS non solo verso la diffusione della cultura digitale attraverso il web, bensì la volontà di contribuire all’istruzione degli studenti italiani attraverso un gesto che per un’azienda può essere scontato, ma per una scuola no.

Banca IFIS con questa donazione promuove il processo di digitalizzazione anche nel campo dell’istruzione, con la speranza di dare un contributo significativo e un valido supporto alla formazione che gli insegnanti offrono quotidianamente ad alunni e studenti.

“Vogliamo contribuire alla crescita del Paese non solo portando al mercato risultati positivi e fornendo quotidianamente ai nostri clienti un sostegno che si riflette sull’economia reale, ma anche costruendo qualcosa di concreto per il futuro dei giovani, con l’obiettivo di incrementare la consapevolezza digitale nelle scuole italiane” ha detto Alberto Staccione, Direttore Generale di Banca IFIS. “L’istruzione è il fulcro del futuro, soprattutto quello dei nostri figli. Poter contribuire, anche in piccola parte, ad aiutare allievi ed insegnanti nel loro percorso formativo, è per noi motivo di grande orgoglio”.

Gli istituti di tutta Italia, e nello specifico nelle province di Ancona, Cagliari, Caserta, Catania, Bari, Palermo, Pescara, Salerno, Milano (Cologno Monzese), Chieti (Lanciano) hanno ricevuto nelle scorse settimane i pc dismessi dalla Banca, perfettamente rigenerati e dotati del sistema open-source Kubuntu, un software semplice e intuitivo, il cui aggiornamento è gratuito.


Indietro