Toscana Finanza acquista nelle ultime settimane importanti portafogli di crediti di difficile esigibilità

    Banca IFIS S.p.A.
    Comunicati stampa price sensitive
    Gruppo Banca IFIS



“Grande energia e professionalità accompagna la liquidità nel nuovo corso intrapreso da Toscana Finanza”. Con queste parole Giovanni Bossi, Amministratore Delegato del Gruppo Banca IFIS, riassume quanto accaduto tra la fine del 2011 e queste prime settimane del 2012. In dettaglio, è stato perfezionato l’acquisto di portafogli per un valore complessivo di circa 1.100 milioni. Tali operazioni sono state realizzate con le divisioni di credito al consumo di due grandi gruppi bancari internazionali con sedi in Italia. Sono portafogli che contano oltre 100.000 posizioni complessive e rappresentative di credito vantato nei confronti di persone fisiche italiane e più in genere di famiglie consumatrici.
I crediti sono sorti in massima parte tra il 2006 ed il 2009, ma diverse posizioni anche nel 2010 e persino nel 2011. I crediti, proprio per la caratteristica di essere in origine “;al consumo”;, non sono assistiti da garanzie, anche se parte del portafoglio è stata attivata con procedure esecutive che stanno già conducendo a risultati positivi. Il taglio medio è intorno ai 10.000 euro. Grazie alla liquidità messa a disposizione da Banca IFIS ed alla sua velocità di risposta, i portafogli sono stati acquistati a valori molto contenuti (a circa 1,5%) che – se confrontato con i valori potenziali di incasso, previsti tra il 5% e 8% ancorché diluiti nel tempo e possibili grazie ad un capillare lavoro e una piattaforma tecnologica proprietaria sviluppata in vent’anni di esperienza – fanno prospettare una crescita della redditività della divisione, e quindi di Banca IFIS, molto robusta nei prossimi esercizi.


Indietro