Arbitro per le Controversie Finanziarie

La Banca ha aderito all’Arbitro per le Controversie Finanziarie, introdotto dalla Consob con delibera n. 19602 del 4 maggio 2016, il quale è operativo dal 9 gennaio 2017.

Si tratta di un sistema di risoluzione delle controversie insorte tra i risparmiatori (clienti retail) e gli intermediari avente ad oggetto i servizi d’investimento. È detto “stragiudiziale” perché offre un’alternativa più semplice e rapida rispetto al ricorso al giudice.

Il cliente può rivolgersi all’Arbitro solo se ha preventivamente presentato un reclamo all’intermediario e se non ha ricevuto risposta entro 60 giorni oppure non è soddisfatto della risposta.

L’accesso all’Istituto è del tutto gratuito per l’investitore che può avere un riscontro entro 90 giorni in merito a controversie caratterizzate da un valore complessivo fino a 500.000 euro e relative alla presunta violazione degli obblighi di informazione, diligenza, correttezza e trasparenza cui sono tenuti gli intermediari nei loro rapporti con gli investitori nella prestazione dei servizi di investimento e di gestione collettiva del risparmio.

Per approfondire è possibile scaricare la Brochure Arbitro per le Controversie Finanziarie e la Guida Pratica al ricorso ACF di Banca IFIS, disponibili anche presso le nostre strutture territoriali, e visitare il sito internet dell’ACF all’indirizzo www.acf.consob.it .